TENUTA C'EST LA VIE

Riscoprire il passato

Passeggiando per la nostra Tenuta potrai respirare l’aria del passato, ti sembrerà di rivivere le emozioni autetiche della storia di Ischia. La Tenuta, le cantine, le Bocche di Tifeo, il sentiero delle fumarole, la Chiesetta Rosa e molto altro ancora.

“Meravigliarsi di tutto è il primo passo della ragione verso la scoperta.”

SCOPRI

La Tenuta

Sette ettari e mezzo di vigneto e una cantina di 600 metri quadri, con una vista sul mare da mozzare il fiato. Questo è il biglietto da visita della nostra Tenuta che è stata recuperata da più di 40 anni di abbandono... un vero e proprio atto d’amore verso l’isola d’Ischia. La nostra mission è stata valorizzare un territorio che amiamo e che è parte di noi, attraverso la produzione di un vino di qualità.

SCOPRI

Le nostre cantine

I nostri vini vengono lavorati in una bellissima cantina del 1878 interamente scavata nel soffice tufo verde del Monte Epomeo. Dopo 40 anni di abbandono sono state sapientemente riportate all'antico splendore. Sono stati rifatti i soffitti, senza necessità di intervenire sui muri portanti alle cui estremità sono ancora visibili le "ventarole", bocche scavate nello spessore della roccia per garantire la costante aerazione della cantina.

RISCOPRI

La Bocca di Tifeo

Il sentiero che attraversa la Tenuta C'Est la Vie, vi condurrà in un luogo di inconsueta bellezza dove fichi d'india, ulivi e campi coltivati fanno da tappeto ad una parete verticale di roccia aspra, in alcuni punti stranamente rossa e fumante: sono le bocche di Tifeo di Panza che sbuffano nei fianchi dell'Epomeo creando uno spettacolo strano e accattivante che vi farà pensare ai misteriosi mondi sotterranei dell'isola di Ischia. Le fumarole sono nient’altro che emanazioni di vapore e gas in prossimità di fianchi vulcanici attivi. Lo spettacolo è notevole, in posizione panoramicissima, con lo sfondo di tutto il litorale di Forio e il primo piano di Punta Imperatore, la collina che cinge la famosissima spiaggia di Citara.

SCOPRI

Donna Rachele

Il ‘900 dell’isola d’Ischia ha più volte incrociato la grande storia. Infatti nel 1948 la nostra Tenuta a Forio fu anche il confino di Rachele Guidi Mussolini, la vedova del Duce. Donna Rachele, come veniva chiamata. Trascorse diversi anni insieme a tre dei suoi figli. La circostanza incuriosì molto Truman Capote che, in vacanza a Forio, nel 1949, non mancò di annotarla nei suoi appunti di viaggio finiti poi in un libro del 1973 “I cani abbaiano”.

SCOPRI

La Cappella Rosa

La Cappella Rosa o Cappella di Milone, è stata realizzata in mattoni di tufo e presenta una pianta rettangolare. Fino a qualche tempo fa non aveva una copertura ed era dunque a cielo aperto. L'abbiamo sapientemente ricostruita e riportata al suo antico splendore. I prospetti laterali presentavano in alto due aperture circolari. Oltre all’ingresso principale, la chiesetta ha un accesso sul lato destro, dal quale, superato un piccolo vestibolo e un arco a tutto sesto sormontato dall'oculo, si accede all’ambiente principale. Nella parete di fondo erano scavate due nicchie destinate presumibilmente ad accogliere statue.

Wine resort


Scopri di più

Visite & degustazioni


Scopri di più

Ristorante


Scopri di più